Il Portogallo dei pescatori, dei contadini, dei pastori puo decantare tradizioni consolidate nel fondo dell’artigianato

Il Portogallo dei pescatori, dei contadini, dei pastori puo decantare tradizioni consolidate nel fondo dell’artigianato

E proprio ringraziamenti ai cucchiai si e sviluppato il soddisfazione dell’intaglio nei molti oggetti e nei legni cosicche arredano e iche e nei lavori di gioielli e guida hitwe al momento una acrobazia presente il diletto arabo, unitamente motivi geometrici affinche a volte richiamano quelli degli azulejos. Quantita diffusa addirittura l’arte del ricamo, spesso su disegni esotici tramandati da tempi oramai antichi: sono famosi, per esclusivo, i prodotti di artigianato confezionati per Guimaraes e le trine e i merletti di Peniche e Vila do Conde. Particolarmente squisito il sciocco (bacalao), baccala esaurito e preservato sotto discernimento. Nelle tascas, osterie tipiche a buon fiera, il scodella forte e il pesce fritto, accompagnato dai prodotti freschi acquistati nei numerosi mercati locali, tuttavia non mancano pietanze per supporto di carnagione e zuppe rustiche.

Abilissimi pasticceri, i Portoghesi hanno appreso le loro ricette dagli antichi conventi e i nomi delle leccornie oltre a diffuse lo ricordano: rientranza d’angelo, ventre di suora ecc. La beveraggio piu diffusa e il vino; famosissimi il scalo e il Madera, conosciuti durante incluso il mondo, quando il Clarete (di forza rosa forte) e gradito particolarmente dalla gente ambiente.

Preparazione: insieme di scritti: le origini

I ancora antichi testi poetici sono le cantigas de amor, di efficacia provenzale, le cantigas de amigo, di argomento caldo, e quelle de escarnho e de maldizer, di argomento provocatorio e caricaturale. Redatte in ricercato adulatore da trovatori e giullari, bensi di nuovo da nobili e monarchi (Alfonso incognita di Castiglia, Dionigi di Portogallo), ci sono pervenute nei canzonieri di Ajuda, della scaffale Vaticana e del codice Colocci-Brancuti. Per di piu la letteratura retrogrado annovera le imitazioni e traduzioni dei romanzi del successione bretone: essenziale, ancora in le sue implicazioni morali e religiose, la Demanda do retto Graal. Vi sono ulteriormente gli autori di cronache, mezzo la Relacao da vida da Rainha Santa Isabel, accanto ai trattatisti di costumi cortigiani ovverosia familiari (Livro da montaria, Leal conselheiro, Livro da falconaria). La storiografia assume un aria ancora intenso unitamente le cronache di Fernao Lopes (ca. 1380-ca. 1460) e di Rui de Pina (1440-1522), apologeti dei maesta bensi vivaci narratori e numeroso interpreti delle trame della amministrazione. Famoso e l’Amadis de Gaula, di anonimo trecentesco, forse interpretazione dallo ispanico, ove la tematica cavalleresca assume caratteri di passionalita e di mistica. Unitamente Francisco Sa de Miranda (ca. 1481-ca. 1559) nascono le istituzioni letterarie; i sec. XVI e XVII registrano la parvenza dell’umanesimo italico, francese e ispanico, pero mediante accentuazioni nazionali. Il originario sincero scritto modello e il Cancioneiro geral (1516) di Garcia de Resende, ricchissima raccolta di poesie di multiforme modo e di diversi autori.

Dottrina: bibliografia: Luis Vaz de Camoes

La psiche d’eccezione dell’epoca e tuttavia Luis Vaz de Camoes (1524 o 25-1580) che lascia un’impronta perpetuo come nella poesia, qualora rielabora in prassi personale i moduli petrarcheschi, tanto nell’epica, col insigne componimento Os Lusiadas per cui tutto il ambiente delle grandi navigazioni e conquiste viene sintesi ed esagitato da una libera genio e da una prodigiosa estro documento e musicale in quanto da al ritmo (l’ottava) un quiete raro. Non e solo il acclamazione dello soffio nazionale, pero una riproduzione dello proprio soffio indulgente per quanto turbamento eroica oppure tragica nella diverbio insieme la natura. Il gamma vate fu assai coltivato: Gabriel Pereira de Castro (1571-1632) scrisse una Ulysseia, Francisco Sa de Menezes(m. 1664) una Malaca conquistada e Braz Garcia da Mascarenhas (1596-1656) il suo importante Viriato tragico sul interprete delle lotte lusitane al epoca della miglioramento romana. L’influsso di Camoes e accessibile sopra alcuni poemi, con cui l’Insulana (1635) di Manuel Tomas (1585-1665), dedicata all’isola di Madeira.